La stagione del nasello

La stagione del nasello

E’ la stagione migliore per la pesca del nasello, che chiamiamo erroneamente merluzzo.

Il nasello fa parte della famiglia del merluzzo ma ha notevoli differenze nutrizionali e di dimensioni rispetto al merluzzo atlantico, padre di stoccafisso e baccalà, essendo leggermente più grasso ed arrivando ai 15 Kg contro i 100 kg del merluzzo.

nasello

Le carni delicate lo associano a cotture brevi e a diete leggere: chi non ricorda di aver mangiato nasello bollito in presenza di malattie!

Può essere cucinato all’acqua pazza, fritto o passato brevemente sulla griglia con cotture semplici e veloci.

Secondo me però la ricetta ideale è alla mugnaia:

nasello mugnaia

il pesce sfilettato si passa nella farina e si rosola in poco olio e burro; mentre si impiatta, nella stessa padella utilizzata per la cottura si scioglie una noce di burro con il succo di mezzo limone e prezzemolo tritato. Con questa velocissima salsina si irrora il nasello e si serve.

Provate ad usare la farina di riso per esaltare la croccantezza della cottura.

Ho abbinato il Pinot Nero Rosé Ca’ di Frara dalla grande freschezza ed i tipici, delicati, sentori di frutti rossi di bosco.

pinot-nero-rosè-2016-dop

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...